TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre.

Si chiama “Nuove generazioni, beni culturali, identità e appartenenze” il progetto lanciato, in via sperimentale, dall’assessore ai Beni culturali e Pubblica Istruzione, Maurizio Lo Galbo.

Si tratta di un’iniziativa volta a promuovere, tra i giovani studenti, la conoscenza dei beni monumentali ed architettonici della città.

I dirigenti scolastici delle scuole elementari e medie hanno ricevuto, a firma dell’assessore Lo Galbo, una nota in cui presenta il progetto e chiede la collaborazione dei dirigenti scolastici per far si che siano amplificatori del progetto che ha come scopo uno degli obiettivi dell’assessorato: la tutela e la valorizzazione dei beni culturali definendo ogni attività diretta a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale ed assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica del patrimonio.

Dunque un “trenino su quattro ruote”, con un giro programmato, sarà messo a disposizione delle scolaresche per visitare il Museo Guttuso e Villa Cattolica, la biblioteca di villa Cutò ed il palazzo Branciforti Butera.

Coloro che aderiranno a tale iniziativa fruiranno di un biglietto promozionale per la visita del museo Guttuso e potranno utilizzare i servizi messi a disposizione dalla biblioteca comunale Francesco Scaduto di villa Cutò oltre che visitare villa Butera, prestigiosa sede di rappresentanza del Comune di Bagheria, dove al piano nobile si trovano lo splendido salone con gli affreschi del Borremans, la stanza della Principessa, l’appartamento del Principe.

Sul terzo livello il camerino dell’armeria, la camera per retret, la sala dell’orologio, dove si può ammirare il meccanismo dello stesso, rimesso in funzione durante il restauro.

Nella nota che l’assessore ha inviato ai dirigenti scolastici si chiede la fattiva collaborazione delle scuole per essere propositivi per suggerire idee o modalità organizzative per rendere il servizio più adatto agli studenti che fruiranno dell’iniziativa in maniera del tutto gratuita.

Le scuole interessate potranno far pervenire la propria richiesta di adesione al progetto scrivendo all’indirizzo di posta elettronica maurizio.logalbo@comune.bagheria.pa.it.

I commenti non sono possibili