Ragazzo di Bagheria picchiato violentemente ad Etnaland, naso rotto e lividi al volto. Colpito anche con pietre.

Ieri pomeriggio mio figlio si trovava a Etnaland, quando un ragazzo ha rubato le ciabatte a mio nipote. Gli amici di mio figlio si sono accorti di chi le aveva prese e così sono andati a farsele ridare. Ma a un certo punto una decina di questi ragazzi ha iniziato a inveire contro di loro, procurando a mio figlio la rottura del naso, dello zigomo, problemi con mandibola, varie tumefazioni in faccia e colpendolo anche con pietre. Tutto questo senza che nessuno intervenisse. Nessuna guardia della struttura, nessun servizio di telecamere interne, insomma una vergogna totale. Sono intervenuti i carabinieri e non potuto fare altro che accompagnarli al pronto soccorso dove mio figlio sarà a breve operato”.

È questo il messaggio di denuncia pubblicato dal padre del ragazzo aggredito ieri, sul tardo pomeriggio, all’interno del famoso parco divertimenti di Belpasso, nel Catanese.

Bruttissima disavventura per un giovane di Bagheria.
Il ragazzo, C.T. ieri pomeriggio è stato pestato a sangue in un parco giochi acquatico a Catania.Secondo una prima ricostruzione dei fatti, un ragazzo avrebbe rubava le ciabatte al figlio.
I genitori si sono accorti chi li aveva presi e sono andati a chiedere spiegazioni e riprenderle.
Sarebbero volate parole grosse e dalle parole si è passati ai fatti.
Una decina di persone avrebbe accerchiato il giovane bagherese, picchiandolo e procurandogli la rottura del naso, dello zigomo, problemi con mandibola e varie tumefazioni in faccia, colpendolo anche con pietre.
Pare che al pestaggio abbiano assistito altre persone che non sarebbero intervenute.
I familiari hanno denunciato l’accaduto, sottolineando che ad un certo punto sono anche intervenuti i carabinieri che hanno accompagnato il malcapitato al Pronto Soccorso.
Il giovane dovrà essere sottoposto ad un intervento.

I commenti non sono possibili