Palermo: sgomberato Palazzo Sartorio in via Maqueda, proteste davanti al Comune.

Hanno preso valigie, carrelli improvvisati e sacchetti e sono arrivati sino a piazza Pretoria per protestare contro lo sgombero. Stamattina, intorno alle 9, la polizia, i carabinieri e la polizia municipale sono intervenuti per sgomberare il palazzo Sartorio Grassellini di via Maqueda di proprietà dell’Ipab Principe di Palagonia e occupato da oltre cinquanta persone, tra cui alcune famiglie con bambini. “Alcuni di noi sono qui da 4 anni è una vergogna come ci hanno trattato, adesso possiamo dormire in piazza Pretoria”, dice Nicola Bondì, uno degli occupanti. Davanti il palazzo sono stati momenti tensione, con le forze dell’ordine schierate a protezione dell’ingresso, mentre gli occupanti con molti cani al seguito si sono diretti di fronte a Palazzo delle Aquile per protestare sotto lo guardo incredulo di centinaia di turisti. “Le modalità di questo sgombero sono state anomale, non ci risulta che la Questura abbia avvertito i servizi sociali dello sgombero – dice il presidente della prima circoscrizione Massimo Castiglia – non si può fare uno sgombero, così all’improvviso, senza preavviso, mentre le famiglie si trovano magari in momenti di intimità, l’assessore Mattina ci ha garantito che i servizi sociali erano stati avvertiti solo di un atto propedeutico allo sgombero e non di un’azione con queste modalità” (repubblica)

Categoria:

Mediaone

I commenti non sono possibili