freewheel.tv, 13755, RESELLER freewheel.tv, 24253, RESELLER freewheel.tv, 201681, RESELLER freewheel.tv, 325537, RESELLER freewheel.tv, 328705, RESELLER freewheel.tv, 328737, RESELLER freewheel.tv, 330081, RESELLER freewheel.tv, 13945, RESELLER freewheel.tv, 24269, RESELLER freewheel.tv, 201689, RESELLER freewheel.tv, 325553, RESELLER freewheel.tv, 328721, RESELLER freewheel.tv, 328753, RESELLER freewheel.tv, 330097, RESELLER pubmatic.com, 156035, RESELLER, 5d62403b186f2ace pubmatic.com, 120391, RESELLER, 5d62403b186f2ace smartadserver.com, 2058, RESELLER smartadserver.com, 2819, RESELLER adform.com, 1819, RESELLER improvedigital.com, 907, RESELLER rubiconproject.com, 16568, RESELLER, 0bfd66d529a55807 google.com, pub-7538555282033458, RESELLER, f08c47fec0942fa0 viralize.com, 2719, RESELLER

MAURIZIO ZAMPARINI A PALERMOCALCIO.IT
“CONTENTO PER LA PRESTAZIONE DI TUTTI”

TEDINO: “ABBIAMO DIMOSTRATO DI ESSERE SQUADRA”

“Per essere al 12 agosto è stata una buona partita per tutte e due le squadre. Entrambe hanno subito la velocità d’esecuzione. Abbiamo comunque fatto una buona partita, ricca di entusiasmo, voglia, energia, buona qualità di palleggio”. E’ questo il commento di Bruno Tedino, allenatore del Palermo, dopo la sconfitta ai calci di rigore contro il Cagliari nel terzo turno eliminatorio di Tim Cup: “La squadra – prosegue – ha fatto la partita che doveva fare. Purtroppo la lotteria dei rigori hanno dato un dispiacere ma bisogna essere onesti e dire che il Cagliari non ha rubato nulla, così come non avremmo rubato nulla noi se avessimo vinto. Le due squadre si sono equivalse, il Cagliari sapevamo avesse una squadra buona che ha cambiato poco. Volevamo misurarci contro una squadra che ha grandi certezze”.

“Nel primo tempo – continua – non abbiamo sfruttato un paio di palloni importanti sugli esterni, non siamo stati incisivi né avuto quell’indice di pericolosità attaccando poco lo spazio. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio anche con l ingresso di La Gumina, che è un ragazzo volenteroso e di grande spessore, di grande qualità e che attacca bene lo spazio abbiamo fatto meglio.

Tenere il campo il 12 agosto in questo modo non è facile, andando sotto col Cagliari che è una squadra brava a ribaltare l’azione e rischiando quindi di prendere 5-6 infilate. Hanno avuto la palla del 2-0 ma è stato il minimo che potevamo concedere. Siamo stati bravi a tenere il campo e abbiamo avuto una qualità importante: essere squadra. Questo mi fa stare relativamente sereno.

Sapevamo che il Cagliari sa far muovere molto bene la palla, trovando le verticalizzazioni. Giocajo bene nello spazio e nella profondità. Il Palermo – conclude – ha dimostrato di essere squadra e questo mi dà serenità perché è l’indirizzo giusto per fare un campionato importante”.

I commenti non sono possibili