Sma, la campagna solidale di Checco Zalone raccoglie fondi per 300 mila euro.

Una pubblicità ironica, pungente e, soprattutto, vincente. Da quando la campagna solidale sulla raccolta fondi per la ricerca sulla Sma (Atrofia muscolare spinale) con protagonista il comico Checco Zalone è arrivata in tv, infatti, sono stati raccolti ben 300 mila euro di fondi.

L’appello di Checco Zalone, fatto con spiazzante ironia, ha fatto centro. E l’Onlus Famiglie Sma ringrazia pubblicamente il protagonista di Cado dalle nubi e Quo vado?, specificando che i fondi verranno impiegati per accelerare ed estendere il processo di somministrazione della terapia nusinersen, approvata da Aifa e ufficialmente in distribuzione nel nostro Paese dal primo novembre 2017, in grado di ridurre il rischio di mortalità nei malati del 50%, rallentare la degenerazione a livello motorio e consentire la respirazione autonoma.

“In primis destineremo le risorse al supporto dei centri clinici coinvolti – afferma la presidente nazionale della Onlus Famiglie Sma Daniela Lauro – contribuiremo da un lato alla formazione legata alla somministrazione e rivolta ai nuovi operatori medici, come ci è già stato chiesto in alcuni casi; dall’altro al supporto degli staff esistenti. Ad oggi sono già state autorizzate nella penisola alcune strutture identificate dalle Regioni, in attesa di completare l’iter amministrativo e di poter usufruire proprio della fase formativa per diventare attive”. Attualmente i centri pronti a rilasciare il farmaco sono il NeMo di Milano, il NeMo Sud di Messina e l’Ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste, ma la mappa dei centri clinici è in continuo aggiornamento (i dettagli su http://www.famigliesma.org/centri-di-…) a conferma della grande attesa in Italia per questo primo e unico trattamento al mondo contro la Sma

I commenti non sono possibili