Coronavirus, palermitana va a Cefalù per farsi visitare: tampone positivo, ospedale chiuso 2 ore

Da Palermo a Cefalù per farsi visitare, poi la scoperta: ha il coronavirus. Protagonista una sessantenne palermitana che questa mattina, si è recata in ospedale a Cefalù accusando malori, febbre alta e tosse. La donna, accompagnata dal figlio, dopo aver lasciato la sua auto nel parcheggio vicino all’ospedale, si sarebbe diretta al pronto soccorso. I sanitari che hanno subito sospettato il virus Covid19, hanno disposto il trasferimento all’ospedale Cervello di Palermo. Dal tampone effettuato risulta positiva al coronavirus.

“Un caso di Covid 19 è stato accertato nel tardo pomeriggio di oggi presso l’ospedale Giglio di Cefalù – dice il sindaco di Cefalú Rosario Lapunzina -. Una paziente, proveniente per una visita dal capoluogo, è stata sottoposta ad accertamenti e trovata positiva al virus. Il presidente della Fondazione, il dottore Albano, mi ha assicurato che è stato posto in isolamento il medico che aveva inizialmente trattato il caso e che sono state adottate tutte le procedure di sanificazione degli spazi del nosocomio in cui la paziente è transitata”. Anche il figlio della donna è ora in isolamento.

Per oltre due ore l’ospedale Giglio di Cefalú è rimasto chiuso. Nessuno poteva entrare né uscire da nosocomio. “Sono in corso altri tamponi – ha concluso Lapunzina – per accertare il contagio. Invito tutti a rimanere a casa”. (gds)

(Visited 2227 times, 1 visits today)

About The Author

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *