17 Aprile 2021

Tele One

Tele One – Ultime Notizie, Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 333660. In Sicilia sul canale 19 Digitale Terrestre.

Coronavirus: scende il numero dei ricoveri ed è boom di guariti (2563 in un giorno). Ma i morti sono 575

Il barometro dell’epidemia segna tempo stabile. I nuovi casi sono 3.493, numero appena inferiore a quello di ieri, quando di casi se ne erano contati circa trecento in meno. Ma che le cose stiano andando meglio lo dicono altri due indicatori. Quello dei ricoveri, dove scendono in picchiata quelli nei reparti Covid ordinari, con ben 1.107 letti che si liberano in un solo giorno, mentre altri 124 si svuotano nelle terapie intensive. Il secondo elemento positivo è il boom dei guariti, ben 2.563 in un giorno. Nuovo record di tamponi in una giornata: 65.700, ma gli effetti dell’aumento delle persone testate si vedrà tra qualche giorno, quando saranno disponibili i risultati di quelli fatti oggi.

Restano alti i decessi, 575 in un giorno, 50 in più di ieri, per un totale di 22.745 vittime. Questo mentre si fanno sempre più drammatiche le stime sui decessi nelle Rsa. Secondo i primi dati dell’Osservatorio sulle Rsa promosso dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss), presentati oggi da Graziano Onder, del Centro cardiovascolare e dell’invecchiamento dell’Istituto, sono stati fra 6.000 e 7.000 i decessi avvenuti nelle strutture di ricovero per anziani a partire dal primo febbraio. Sintomi sono stati individuati in oltre il 40% dei deceduti, ma “è difficile distinguere fra influenza e Covid-19”. I decessi, ha proseguito Onder, corrispondono a circa il 7% del numero complessivo degli anziani residenti nelle Rsa, calcolato in oltre 80.000. Di questi, la maggior parte si trova nel Nord Italia e solo un migliaio sono risultati positivi al nuovo coronavirus, la maggioranza dei quali in marzo.

Coronavirus, il bollettino della Protezione Civile: scende il numero dei ricoveri ed è boom di guariti (2563 in un giorno). Ma i morti sono 575

Fra le criticità finora rilevate nelle Rsa, l’osservatorio dell’Iss indica soprattutto la carenza di dispositivi di protezione, la carenza nelle somministrazioni di tamponi e la carenza di personale.

Alla lista dei medici vittime del Covid si aggiungono purtroppo altri tre nomi, che portano il totale a 129 da inizio epidemia. Sale a 10 anche il numero farmacisti deceduti con diagnosi di Covid-19. Circa 800 sono stati invece i farmacisti finora infettati da coronavirus. All’elenco si aggiungono anche tre infermieri, che portano il totale delle vittime tra questi professionisti a 34, mentre i contagiati sono 8.800. (lastampa)

(Visited 7 times, 1 visits today)