La paura: Radice di tutte le Sventure o Origine di tutte le Felicità?

Di Angela Ganci, psicologo psicoterapeuta, docente e giornalista

“Paura”: termine che significa letteralmente Percuotere e, in senso figurato incutere timore, atterrire.
Fare paura, inculcare timore, rabbrividire, congelare: molteplici i connotati della Paura quando essa esprime essenzialmente un disagio, una richiesta d’aiuto, un grido di fronte a un’aggressione subita, o una scusante a un’aggressione agita.
Tutti noi sperimentiamo la paura, alcuni con maggiore, altri con minore enfasi, ecco il Coraggioso e il Pavido, il Generoso e il Taccagno, il Buono e il Malvagio, la Vittima e il Carnefice.
Ed ecco la Fonte di tutti i Mali: la Paura dell’Altro che diventa tendenza infinita all’uccisione dell’Altro per autodifesa, la Paura del Domani che diventa Fobia della Povertà e Corsa al cieco accaparramento.
Siamo tutti Fobici, in fondo, nell’incertezza eterna di un Futuro indefinito, tutti Egoisti per paura della perdita: ecco che la Paura diventa Radice di ogni Male, senza alcun dubbio.
Eppure, come Esseri Umani, noi siamo portati inevitabilmente al Superamento di Noi stessi, alla Vittoria sul Buio assoluto della Fobia distruttiva.
Solo se lasciamo fluire la Paura essa diverrà Cifra assoluta di un miglioramento progressivo, Origine di una Felicità (comunque) possibile, al di là del Pericolo reale esterno, quando non eliminabile.
La paura alimenta infatti il Pericolo e lo ingigantisce, e, in una prospettiva di Vita gratificante, niente è più utile di un Sano tentativo di alleggerire mentalmente un Pericolo, una Colpa, un’incertezza, perdonandoci di non essere sempre Padroni di noi stessi e delle situazioni.

(Visited 18 times, 1 visits today)

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *