18 Gennaio 2022

Tele One

Tele One – Ultime Notizie, Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 333660. In Sicilia sul canale 19 Digitale Terrestre.

Meteo in Sicilia: Freddo polare, temporali, forte vento e mareggiate

Madonie imbiancate dalla neve, calo delle temperature anche in pianura, vento e piogge. Il grande freddo è arrivato ufficialmente in Sicilia ed i primi rigori imposti dal generale inverno si fanno sentire in queste giornate di fine novembre.

Prima neve sulle Madonie

La neve è caduta sulle strade provinciali che da Petralia Sottana e Isnello conducono a Piano Battaglia. Le arterie sono percorribili ma con pneumatici da neve o con l’ausilio delle catene.

La neve, come previsto, ha ammantato i comuni delle Madonie, come Gangi, Petralia Soprana e Sottana, Geraci Siculo, Polizzi Generosa e San Mauro Castelverde. Fiocchi anche a Prizzi. Nel corso della notte le temperature si sono abbassate raggiungendo lo zero. Le vette delle montagne si sono imbiancate come la stazione sciistica di Piano Battaglia.
Al momento le autostrade sono percorribili anche se è bene portate con sé le catene. In queste ore sono previste nuove nevicate. A causa del maltempo non sono partiti i collegamenti per Ustica. Aliscafi e traghetto sono rimasti in banchina. Regolari i collegamenti con Napoli.

Troppo vento alle Eolie, sospeso il collegamento aliscafi

Imperversa una bufera di vento nelle Eolie, con raffiche da ovest-sud-ovest. Queste condizioni hanno imposto il blocco dei collegamenti con gli aliscafi. Da Milazzo è partita solo la nave “Bridge” della Siremar per Vulcano, Lipari, Salina e ritorno. Maggior disagi nelle isole minori che sono isolate da due giorni. A Milazzo bloccati alcuni camion di carichi alimentari e i pendolari, compresi medici e docenti.

Il contesto Meteo

La situazione Meteo, nel dettaglio, vede un contesto generalmente perturbato sul settore centro-occidentale, con diffusi rovesci e locali temporali. Instabilità sparsa anche sul settore tirrenico. Attesi peggioramenti nel pomeriggio peggiora ovunque con fenomeni persistenti sul settore occidentale e centro-meridionale dell’isola. In serata la rotazione delle correnti in Maestrale agevolerà maggiore instabilità sul settore settentrionale della Sicilia con intermittenti rovesci e temporali. Possibili grandinate.

Neve prevista anche domani

Fiocchi che in avvio di settimana, tra il 29 e il 30 novembre, potranno fare capolino anche sui comuni montani più elevati di Pollino, Sila, Nebrodi e Madonie, per l’avvento di freddi venti di Tramontana anche all’estremo Sud. A seguire schiarite sempre più ampie, specie dalla seconda parte di martedì, quando le ultime precipitazioni indugeranno tra la bassa Calabria tirrenica e la Sicilia settentrionale, risultando a carattere nevoso fin sugli 800 m di quota.

Temperature in picchiata

Sia le temperature minime che quelle massime sono in picchiata nei nove capoluoghi dell’isola. La città più fredda è Enna con minime di 2 gradi e massime di 4 gradi. Grande freddo anche a Caltanissetta che registra una minima di 5 ed una massima di 7. A Ragusa non si superano i dieci gradi con temperatura che è oscillata tra i 7 ed i 9 gradi. Valori invernali anche ad Agrigento, 9 gradi. A Palermo 11 gradi, a Trapani 12, a Catania 13, Siracusa 14 e Messina 15.