Palermo: Amici e familiari di Agostino Cardovino chiedono sicurezza stradale

Palermo: Amici e familiari di Agostino Cardovino chiedono sicurezza stradale

Tele One, in Sicilia canale 19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, politica, turismo sport e spettacolo. Per info e pubblicità 091 333 660

Familiari e amici di Agostino Cardovino non riescono a trattenere le lacrime ed il dolore per una vita spezzata troppo presto.

Ed oggi si sono riuniti in sit-in per chiedere all’amministrazione comunale di intervenire, per rendere più sicura la strada sulla quale Agostino è morto ad appena 17 anni travolto da un’auto mentre attraversava viale Regione siciliana, la circonvallazione di Palermo.

Il terribile incidente stradale è accaduto nella notte tra sabato e domenica scorsi, all’altezza del negozio di elettronica MediaWorld. Ad investire Agostino una giovane di appena 21 anni.

L’impatto per Agostino è stato fatale, nonostante i soccorsi, intervenuti immediatamente, per lo studente, che abitava nel quartiere Noce, non c’è stato nulla da fare.

“Sono lo zio di Agostino – dice Paolo Cardovino – e mi trovo qua a manifestare perché mio nipote ha perso la vita in questa strada maledetta. Negli anni qui sono morte molte persone, mi auguro che la morte di Agostino rappresenti la volta giusta per fare un ponte per l’attraversamento.
La vita è bella, i ragazzi non devono perderla, è assurdo.
Questa è una strada della morte. Non è giusto quello che abbiamo dovuto subire, perché non c’è nessuno che si prende le sue responsabilità. Soltanto in questo punto negli anni ci sono state 12 vittime.
Chiedo al sindaco, con il cuore, da zio e padre di famiglia di fare qualcosa subito, evitiamo altri morti.
La morte di Agostino è stata una cosa bruttissima, ancora non crediamo a quello che è successo.
Abbiamo perso la felicità, per noi Agostino era la vita. Mi rivolgo al sindaco e a tutti gli amministratori politici.
Un ponte qui sarebbe una cosa importante, fate qualcosa che eviti queste morti.
La mia famiglia è distrutta e non vogliamo che altre famiglie provino lo stesso dolore, è una cosa atroce.
Vi prego di fare qualcosa immediatamente”.

Presente alla manifestazione anche Vincenzo Figuccia, deputato regionale dell’Udc.

“La situazione – dice Figuccia – è davvero triste, vedere una famiglia che ha perso un ragazzo così giovane è una cosa che non si può dimenticare.
Un ponte o sovrappasso come quello che noi chiediamo, in altre città, le amministrazioni lo avrebbero realizzato in due giorni.
Non c’è bisogno di fare delle opere faraoniche.
Io chiedo all’amministrazione comunale – ribadisce il deputato – di non dimenticare questa fase così triste per la città di Palermo,e di intervenire subito perché è morto un ragazzo.
Dobbiamo subito costruire un sovrappasso e creare le condizioni per mettere in sicurezza questa strada.
L’amministrazione deve intervenire subito. Non si può aspettare di volta in volta un morto. Questa è una cosa terribile.
Questo è un delitto del quale si è macchiata questa città.
Serve un’opera strutturale, è un intervento semplice e va fatto subito”.

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *