Coronavirus, Musumeci chiede l’Esercito in Sicilia: “Soldati in strada e in porti e aeroporti”

Il presidente della Regione torna a chiedere più controlli nei punti d’arrivo dell’Isola. L’attacco al Governo per la mancanza di mascherine e guanti: “Non ci arrivano le armi essenziali per combattere questa guerra”. L’appello ai siciliani: “Stativi ‘a casa! Non vi muovete!

“Ci vorebbero più poliziotti, più carabinieri. Ho chiesto di potere usare i ragazzi dell’esercito impegnati nell’operazione ‘Strade sicure’ per il controllo (degli accessi in Sicilia ndr) ma qualcuno ha iniziato a parlare di colpo di Stato. Non pensavo mica di mettere i carri armati in strada… Vorrei ogni giorno i soldati in giro per fare prende coscienza che sono parte integrante del nostro tessuto sociale e culturale”. A tornare sul tema sicurezza e controllo degli arrivi nell’Isola è il presidente della Regione Nello Musumeci, intervistato dalla trasmissione radiofonica Zapping di Radio1 Rai.

“I soldati dell’esercito – sottolinea Musumeci –  sono già in gro in Sicilia ma sono impegnati nell’operazione ‘Strade sicure’. In questo momento potrebbero essere dirottati sul controllo degli accessi, nei porti, negli aeroporti per dare manforte a volontari e personale sanitario. L’esercito deve essere integrato nella società, non deve essere un mondo a sè”. 

(Visited 295 times, 1 visits today)

About The Author

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *