20 Aprile 2021

Tele One

Tele One – Ultime Notizie, Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 333660. In Sicilia sul canale 19 Digitale Terrestre.

Coronavirus, ricoverata al Cervello un’altra donna incinta risultata positiva

Restano gravi le condizioni della donna di 34 anni incinta originaria del Bangladesh e ricoverata in rianimazione all’ospedale Cervello di Palermo risultata positiva al Covid.

Il piccolo che ha in grembo al momento non ha segno di sofferenza la situazione è sempre monitorata.

I sanitari del 118 hanno ricoverato ieri un’altra donna incinta sempre al Cervello.

Le condizioni della donna non sono gravi e si trova ricoverata nel reparto di pneumologia Anche in questo caso la donna avrebbe accusato dei problemi respiratori. La gestante è alla 20esima settimana di gravidanza e le sue condizioni non vengono considerate gravi. “E’ sotto stretto monitoraggio – dicono i medici – anche in questo caso e il feto non è in sofferenza”.

Restano invece gravi le condizioni della prima donna ricoverata domenica notte. Si tratta di ore critiche per la 34enne incinta di sette mesi che si trova in Terapia intensiva e a cui è già stato somministrato il plasma autoimmune.

Due sacche sono arrivate ieri con un volo di Stato dall’ospedale di Pavia e potrebbero salvare sia lei che il bambino, che anche oggi – come confermano dall’ospedale – non presenta criticità.

“Siamo pronti ad intervenire nel caso in cui le circostanze dovessero richiederlo – precisano – per il momento la paziente resta sotto strettissimo controllo e viene costantemente monitorata anche dai medici del reparto Ostetricia”.

Se la situazione dovesse peggiorare, infatti, non è escluso che venga effettuato un aperto cesareo d’urgenza. La donna originaria del Bangladesh, ma residente da anni a Palermo, era tornata da Londra a metà maggio facendo scalo a Roma, dove abita il marito. Durante il viaggio sarebbe stata asintomatica, tanto da superare i controlli col termoscanner nei tre aeroporti.

Tutti i passeggeri che hanno viaggiato con lei sono stati avvisati dall’Alitalia e dalle autorità sanitarie e sono state nel frattempo individuate le persone che sono venute a contatto con la gestante. A tutte è stato eseguito il tampone per individuare eventuali contagi. A tre giorni dall’arrivo, in base a quanto ricostruito, era comparsa la febbre.

Dopo una settimana, mentre si trovava in isolamento a casa – come previsto dall’ordinanza regionale per coloro che tornano in Sicilia da altre città – le condizioni sono peggiorate e un’ambulanza l’ha trasportata in ospedale, dove è risultata positiva al Covid.

(Visited 7 times, 1 visits today)