Ondata di caldo africano in Sicilia, i giorni più caldi dell’anno, weekend rovente con picchi di oltre +42°C

Fa molto caldo in queste ore anche in Calabria e Sicilia per la prima ondata di calore della stagione che sta provocando temperature roventi che nei prossimi giorni aumenteranno ancora più elevate, facendo segnare con ogni probabilità quelli che rimarranno i record più alti del 2020. Oggi pomeriggio in Calabria abbiamo picchi di +41°C a Oppido Mamertina e Torano Castello e +40°C a Cosenza, Rende, Castrovillari, Bisignano, Tarsia e Luzzi mentre in Sicilia spiccano i +40°C di Trapani, Mazara del Vallo, Castelvetrano, Contessa Entellina e Francofonte, seguiti dai +39°C di Caltagirone, Lentini, Mineo, Salemi e Aragona. Tuttavia nelle principali città, il caldo non ha eccessi particolarmente significativi: a Reggio Calabria sia ieri che oggi la massima s’è fermata a +34°C, a Palermo addirittura a +32°C come in un normalissimo giorno d’estate. E’ merito della brezza marina che contiene il riscaldamento diurno, anche se poi l’aria rimane molto calda di notte con temperature minime tropicali, di +26/+27°C.

Ma il picco del caldo nelle due Regioni più meridionali d’Italia deve ancora arrivare. I primi giorni di Agosto saranno letteralmente di fuoco. Farà caldissimo soprattutto nella fascia jonica della Calabria e nelle zone interne della Sicilia, con temperature che già domani, Sabato 1 Agosto, supereranno in modo molto più diffuso i +40°C per l’effetto favonio provocato dai venti di caduta in tutte le aree che hanno dei rilievi a nord e nord/ovest, in quanto aumenterà il vento settentrionale e nord/occidentale.

Le temperature rimarranno così elevate anche Domenica 2 e Lunedì 3 Agosto. Bisognerà aspettare Martedì 4 per un primo lieve calo termico, limitato alle zone tirreniche, mentre Mercoledì 5 finalmente l’ondata di caldo finirà con temperature in netto calo, venti freschi da Nord/Ovest e qualche pioggia a seguire quelli che potrebbero rivelarsi – appunto – i giorni più caldi dell’anno.

About The Author

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *