14 Maggio 2021

Tele One

Tele One – Ultime Notizie, Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 333660. In Sicilia sul canale 19 Digitale Terrestre.

Transizione digitale, Colao “Strategia con 5 aree di intervento”

VITTORIO COLAO MINISTRO

ROMA (ITALPRESS) – “La strategia per la transizione digitale in Italia prevede linee di intervento in 5 aree: connettività, cloud, dati aperti, sicurezza dei sistemi informatici e competenze umane”. Lo ha detto Vittorio Colao, ministro per l’Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, in audizione in commissione Trasporti alla Camera sulle linee programmatiche del suo dicastero. “Oggi abbiamo tre grandi incognite nel Paese, quelle del ritardo, dell’inclusione e delle competenze. Alla prima provvederemo con interventi infrastrutturali, per quanto riguarda la seconda insisteremo sulla digitalizzazione come condizione abilitante della cittadinanza, e per la terza lavoreremo per incentivare idee e conoscenze investendo sulle persone e sostenendo le amministrazioni. Quella della migrazione digitale è l’occasione per portare l’Italia ad essere un paese leader in Europa”, ha aggiunto. “Vogliamo che il cittadino possieda un’unica identità digitale e interagisca con la PA attraverso un unico sportello digitale dove poter consultare dati anagrafici, richiedere permessi, pagare servizi. Per realizzare questa visione dobbiamo investire in iniziative che semplifichino la vita digitale del cittadino, migliorando strumenti esistenti come l’App IO, scaricata da 10milioni di italiani o PagoPA e creandone di nuovi. A giorni avremo l’approvazione delle linee guida sul domicilio digitale dei cittadini che vogliamo rendere gratuito”, ha spiegato. “Vogliamo che le amministrazioni possano comunicare i dati in piena sicurezza per questo è indispensabile rafforzare la cyber security che protegga persone, infrastrutture e dati. Procederemo con un aggiornamento della strategia nazionale di sicurezza cibernetica, potenziando la capacità di risposta del pubblico contro gli attacchi informatici e rafforzando la capacità di valutazione”, ha concluso Colao.
(ITALPRESS).