23 Aprile 2024

Tele One

Tele One – Ultime Notizie, Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 333660. In Sicilia sul canale 19 Digitale Terrestre.

“Trofeo della Legalità – Rotary”: Palermo “in corsa” per il benessere, l’inclusione sociale e la legalità. 

di Angela Ganci, psicologo psicoterapeuta, giornalista e scrittrice

Si è conclusa Domenica 24 marzo, con partenza ritardata rispetto alle ore 10.30 stabilite da programma, la seconda edizione del Trofeo della Legalità – Rotary che, da quest’anno, prende anche il nome di giro podistico internazionale di Palermo. 

La manifestazione è stata organizzata dall’Asd Sicilia Running Team in sinergia con il Rotary Area Panormus e la Città Metropolitana di Palermo, per una platea agguerrita di seicento atleti iscritti alla gara arrivati da tutta la Sicilia e da oltre Stretto.

Lo start, a cura del sindaco di Palermo Roberto Lagalla, d’intesa con l’assessore Alessandro Anello, la vittoria, e l’iscrizione nell’albo d’oro del Trofeo della Legalità – Rotary, ad Ala Zoghlami (Fiamme Oro Padova) e Gaia Colli (Carabinieri).

La gara, inserita nel calendario nazionale Fidal (livello Bronze), ha assegnato anche i titoli regionali di Società Assoluti di corsa su strada sui dieci km. A fregiarsi del titolo sono stati l’Universitas Palermo, tra gli uomini, e la Polisportiva Atletica Bagheria, tra le donne. In gara anche gli atleti della Fispes con Annalisa Minetti, madrina della manifestazione, che ha chiuso la gara accanto alla sua guida Pierluigi Lops; la nota cantante e atleta paralimpica nel fine settimana aveva incontrato gli studenti delle scuole di Palermo per affrontare i temi dell’inclusione e del riscatto sociale attraverso lo sport.  

Dieci chilometri anche per Vito Massimo Catania che ha spinto la carrozzina di Giusi La Loggia, affetta da atassia, Vincenzo Amata e Renato Adamo. 

Dieci chilometri suddivisi in tre giri con partenza da piazza Castelnuovo, passaggio davanti il Teatro Massimo e passerella su viale Libertà.

Una manifestazione intensa, assolata, in una prima domenica di primavera che ha regalato alla città di Palermo una sfolgorante giornata di sport, tra agonismo, inclusione e condivisione dei valori tipici di una società che voglia definirsi civile, e che ha avuto come prologo la passeggiata non competitiva, che ha visti coinvolti diversi giovani studenti del capoluogo siciliano. A “guidarli” Rachid Berradi, già primatista italiano nella distanza della mezza maratona, da anni impegnato in iniziative volte alla promozione della legalità e al contrasto dell’emarginazione sociale attraverso lo sport.

In apertura di giornata, sotto un sole più che tiepido di fine Marzo, la toccante esibizione di Giulia Giambrona, giovane ballerina con tetraparesi spastica dalla nascita, che nel 2021 è divenuta campionessa italiana di danza sportiva nella categoria con disabilità fisico motoria. In prima linea anche gli atleti della Fisdir, la Federazione italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali.

IL TROFEO DELLA LEGALITA’ PORTA AGLI EUROPEI DI ATLETICA  

Gli organizzatori, grazie alla sinergia con il Comitato organizzatore di Roma 2024, hanno consegnato ai primi di categoria il tagliando d’ingresso allo stadio Olimpico di Roma, in occasione della sessione mattutina del Sabato dei campionati Europei di atletica leggera del prossimo Giugno. 

INFO POINT PER CONOSCERE ROTARY 

Domenica 24 marzo, in occasione della gara podistica, a Piazza Castelnuovo è stato allestito un info – point Rotary, con l’obiettivo di fare conoscere le varie attività dei Club Rotary attivi sia sul territorio locale, che internazionale. 

LE DICHIARAZIONI 

“Anche quest’anno e non senza difficoltà, siamo riusciti ad organizzare una gara di ottimo livello agonistico e con una forte valenza sociale – ha affermato Leonardo Lunetto presidente dell’ASD Sicilia Running Team – i numeri dicono che rispetto allo scorso anno siamo cresciuti, tutto questo lo dobbiamo a chi ci affianca e crede in noi. Ci saranno gli atleti élite, ci saranno i master, gli studenti delle scuole della città, gli atleti con disabilità accanto ai normodotati. E’ un bel segnale d’inclusione che parte da Palermo senza dimenticare la condivisione dei  valori della legalità, che ognuno di noi deve fare propri anche grazie allo sport”. 

“Parlare ai giovani mi gratifica molto – le parole di Annalisa Minetti – c’è tanto oltre lo sport, c’è inclusione, condivisione, i giovani per crescere e farlo bene hanno bisogno di input positivi, di essere seguiti e spronati. Lo sport mi ha aiutato tantissimo e malgrado fossi rimasta senza vista all’età di 18 anni, ho trovato forza e carattere per andare avanti insieme alla mia famiglia. Grazie a Berradi per il lavoro che fa a Palermo, lo stesso che da anni porto avanti io”.

Annalisa Minetti (a fine gara): “Giornata stupenda, il sole, l’inclusione, tanti che hanno corso con il sorriso tra le labbra. Lungo tutto il percorso sono stata incitata dal meraviglioso pubblico, assiepato dietro le transenne. Sono stati tre giorni bellissimi nella vostra città. Grazie Palermo! L’appuntamento è per il prossimo anno”.