News & Politics10551 Videos

Palermo. Fermato al porto un uomo che nascondeva sigarette di contrabbando

La Guardia di Finanza e l’Agenzia delle Dogane di Palermo hanno fermato un tunisino che nascondeva nell’auto oltre 1 kg di “bionde” di contrabbando TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 961108.

Palermo. Ritrovato sotto il Ponte Oreto il cadavere del giovane scomparso

Ritrovato sotto il Ponte Oreto a Palermo il cadavere del giovane scomparso da casa da più di un giorno. I familiari avevano segnalato l’allontamento. Il ragazzo soffriva di depressione. L’ipotesi del suicidio è quella più probabile.

01 LUCI SULLA CITTA’

TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 961108.

MB Auto nuovo filmato Gennaio 2020

TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 961108.

ISTITU M ADELAIDE NOTTE DEI LICEI

TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 961108.

Priolo Gargallo. Indagato il sindaco Pippo Gianni per abbandono di rifiuti tossici

Abbandono di rifiuti tossici: indagato il sindaco di Priolo Pippo Gianni, che ha chiesto il rito abbreviato. TeleOne, in Sicilia can.19 Digitale Terrestre. Notizie e curiosità da tutti i comuni siciliani con aggiornamenti live. Cronaca live, rubriche sul Palermo Calcio.Per info e pubblicità 091 961108.

Palermo. Presentazione del libro: “Dalla strage di Bologna – Quindici su Quaranta”

Palazzo dei Normanni. Sala Piersanti Mattarella. Presentazione del libro dal titolo: “dalla strage di Bologna – Quindici su Quaranta“. Il testo, scritto da Natale Caminiti e Antonello D’Arrigo, parte dal ricordo di Onofrio Zappalà, siciliano rimasto vittima della strage avvenuta il 2 agosto 1980.