Coronavirus: si vede la luce. I nuovi casi sono 3.957, la crescita del contagio frena ma bisogna contare altre 651 vittime

Finalmente si vede la luce. Tenue ma si vede. Il bollettino di oggi della Protezione civile dice che i nuovi casi sono 3.957. Ieri erano 4.921. Vuol dire che l’ incremento è stato del 9,3% , mentre ieri era del 12,3%, il giorno prima del 14, il 19 marzo del 15,6%. La curva degli incrementi insomma inizia a decrescere. E lo fa oramai da quattro giorni consecutivi.

Contiamo purtroppo ancora 651 morti in un giorno. Ma erano 793 ieri. Forse anche qui si inizia a vedere una inversione di tendenza, anche se con i casi di oggi superiamo la soglia dei cinquemila, per arrivare a 5.476 decessi.

Se non c’è stato qualche ritardo di trasmissione dei dati i numeri che fanno tirare più di altri un sospiro di sollievo sono quelli che vengono dalla martoriata Lombardia, dove i nuovi contagi sono stati solo 515, poco più di un quarto rispetto a quelli di ieri. Questo si spera possa portare tra qualche giorno a un decongestionamento delle terapie intensive lombarde, che però oggi vedono altri 49 accessi, quattro in più di ieri. A livello nazionale invece i nuovi ricoveri in terapia intensiva sono 152, in netta flessione rispetto a 24 ore fa.

Preoccupa l’impennata di nuove infezioni in Emilia, 729 in un giorno, record dall’inizio dell’epidemia.

Mentre da Roma in giù non si rilevano particolari impennate dei casi. E ogni giorno che passa lascia ben sperare circa la possibilità che l’accendersi di nuovi focolai al centro sud diventi sempre più remota. (lastampa)

(Visited 2788 times, 1 visits today)

About The Author

You might be interested in

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *